Continua su Netlog

Ancora secondi
Pagina profilo di FMAgo

FMAgo

maschio - 114 anni, Passetto di ANCONA, Italy
- 335 visitatori

Blog 10

15 minuti al giorno con la geniale
guida per www.vivereconpiacere.blogspot.com
fin da subito e come vuoi tu.

A chi pensa e non pensa ,
che la sua vita è in progress

- Nel momento che ti stai sentendo bene, con qualsiasi mezzo per sentirti bene, tu stai buttando vìa la tua vita -. L'hai mai sentito?
Se hai sentito questo, e magari pure la colpa, cioè la colpa di buttarti via, allora senti questo:
- Non fare lo schiavo! -
Nell'istante stesso che ti senti veramente bene, tu stai realizzando te stesso. Punto.
Che non è la soddisfazione di aver raggiunto qualcosa. E' il piacere di :
1- sentirsi in piena vita
2- perché così vale la pena di esistere.
Cosa te lo impedisce?
1- La nostra mentalità che è cresciuta insieme alle leggi del mercato economico.
2- I nostri obbiettivi di vita che "dobbiamo" raggiungere.: l'amore perfetto e i soldi.
Vero?
Per questo accettiamo di essere schiavi? Mai!!!
Allora quantomeno il sabato sera trasgrediamo allegramente.
Sesso droga e disc n' roll. Ci trasformiamo.
Poi lunedì si tornerà al "travaglio usato" scuola o lavoro: le sòlite robe da fà.
Certo che se uno avesse già i soldi allora: solo sabato x tutta la vita!
Magàri !!!
Qualcuno giustamente osserva: ma...ho conosciuto "qualcuno così" che però poi è andato a finir male ed è diventato l'ombra di se stesso.
Dove ha sbagliato quel "qualcuno così" ?
Aveva ottenuto i soldi per pagarsi tutta la sua felicità e allora?
Sapete dove quel poveraccio ha sbagliato?
Adesso ve lo dico a larghe linee.
1- Ha cercato di goderseli mantenendo la mentalità da schiavo
2- Non è riuscito a godersi la libertà di non essere schiavo di nulla.
A bè, se succedeva a me (di avere un gran bel sacco di soldi) saprei ben io come non farmi fregare. Cazzo!
Analizziamo questo "cazzo!"
E' una emozione di potenza per difenderci.
1- Difenderci da chi vuole fregarci i soldi
2- Ma anche difenderci per non diventare l'ombra di noi stessi.
Non è vero?
Macchina nuova. Figa nuova per lui o uomo oggetto per lei. Belle case ovunque nel mondo. Biglietto aereo sempre aperto.
Feste orge droga......a turno partners di fiducia che mi servono come schiavi consenzienti....e chi più ne ha più ne metta!
Yeah
Lo sai che ci si abitua a tutto questo? E quando ci si abitua non sentiamo più il piacere esplosivo iniziale?
Chiedetelo a chi c'è passato.
Allora bisogna usare il contagocce e ci accontentiamo di dimostrare agli altri che noi sì, sappiamo star bene un bel pò.
Però in fondo al cuore non siamo più soddisfatti, com'era all'inizio di tanta gloria.
A ri-cazzo!
Se quello che mi ero messo intorno, cose e persone, non mi danno più la forza del piacere iniziale allora dove vado a sbattere la testa?
Droga. Punto.
L'ombra di se stessi.
Quel "cazzo" e "a ri-cazzo" li perdiamo lentamente nei riti del proprio spegnimento oppure nell'ennesima esplosione distruttiva.
L'ennesima truffa che accettiamo come schiavi.
Basta! Io non sono schiavo di nulla e solo della mia morte (sigh!)
Per intanto allora decido di vivere. Vivere! Vivere una vita che non mi tradisca mai: una vita attiva, un progetto che riunisca tutto me stesso,
Che non è: "cazzo!"
Piuttosto è "accettare". E' accogliere amorevolmente qualcosa che non ti freghi mai.
Allora voglio quell'argomento in cui riunirmi con tutto me stesso per godermi la vita e poi con qualcuno accanto
che la pensi così.
Persone vive che non dipendono dagli altri per sentirsi vive. Persone libere che non sono schiave di nulla.
Questo spirito di vita si chiama "spirito" ( da non confondere con quello dei fantasmi delle streghe e dei padroni).
E' il "Mio Spirito".
Abbiamo scoperto l'acqua calda. Abbiamo scoperto il centro di noi stessi.
Il centro di noi stessi non è schiavo di nulla e potremmo sentirlo nel beato dormiveglia mattutino senza fretta ( scuola e lavoro permettendo).

Leggi di seguito la proposta del mio training ottenibile in formato eBook al mio indirizzo eMail (non è un autorisponditore) fabiomariaagostinelli@hotmail.it

NUOVO METODO il training
ANTICA EFFICACIA i contenuti

IL PIACERE
lo senti arrivare dalle persone e le cose che ti fanno godere col CORPO, la MENTE e la tua VITALITÀ COSCIENTE.
Certo aumenterebbe se imparassi a GODERE MEGLIO.
Perché con un libro....un libro è meglio che una serie di visite da uno specialista che richiederebbe di prendere l'auto o un bus all'orario prefissato e dover andare all'appuntamento anche nei momenti inopportuni.
Un libro è sempre disponibile e puoi tenerlo in casa senza complicazioni.
Un libro è fatto di parole che richiedono attenzione, non perderle durante la lettura e comunque le cose importanti le ripeterò spesso.
Una raccomandazione: cerca di leggere col cuore in mano e ti prometto che lo tratterò bene.
Ogni parola l'ho giudicata con la mente e giustificata nel cuore.
Ti procuri le cose e la disponibilità di persone speciali per godere.....ma sai come AMPLIFICARE il tuo godimento?
Potente è quello degli stinti vitali e specialmente sessuali, imbroglione quello delle droghe pesanti, sofferto quello delle soddisfazioni della mente che coltiviamo con passione.
Come ottenere il massimo piacere?
Ti andrebbe di fare un viaggio dentro te e scoprire come aumentare il godimento?
Se ti metti in gioco allora sei pronto.
Benvenuto a bordo di te stesso.
Per imparare l'abilità necessaria consiglio il mio libro "7passixgodere di+" da ricevere in formato eBook (20 euro) nella vostra posta elettronica in formato .pdf da leggere con Adobe reader (un programma gratis da scaricare semplicemente digitando "Adobe"nella ricerca internet o subito qui www.pc-facile.com/download/pdf_writer_viewe...
INFO fabiomariaagostinelli@hotmail.it

15 minuti al giorno con la geniale
guida per www.vivereconpiacere.blogspot.com
fin da subito e come vuoi tu.


  • FELICITA' E SPIRITO (umano)

    Dio è puro spirito santo e santo è lo spirito (atteggiamento) umano con cui amare come un buon padre e madre ugualmente se stessi e gli altri, senza fare distinzioni né per il proprio tornaconto mondano né in vista di ricompense personali dopomorti. Così sento e invito a lèggere i vangeli che narrano di tal Gesù la cui coerenza di pensiero è da scoprire tra le righe di tante aggiunte posteriori usate strumentalmente per animare altri diversi spiriti (atteggiamenti) umani. Chi era o fosse storicamente è superfluo.

    Sapere la verità è una pretesa che tuttavia può permetterci di avvicinarvisi, invece conoscerla è cercare onestamente di vivere i due unici comandamenti originali di, o attribuiti a, Gesù, purificandoli dalle magiche aggiunte evangeliche posteriori: -1 ama, il bene dell'umanità tutta, più di ogni altra cosa, -2 ama, come un buon padre-madre, sia te stessa/o sia gli altri in egual misura. Difficile ma vero. Qual'è il bene dell'umanità tutta? Vivere tutti felicemente a lungo. Cos'è la felicità? Stare sereni quindi senza paure generalizzate né appetiti egoistici, se ci schiavizzano.

    "Un Gesù che approva tutto è un Gesù senza la croce, perché allora non c'è bisogno del dolore della croce per guarire l'uomo. Ed effettivamente la croce viene sempre più estromessa dalla teologia e falsamente interpretata come una brutta avventura o come un affare puramente politico". Da Joseph Ratzinger, Guardare a Cristo, pag. 76, Jaca Book 1986.

    RE: Prendi la Tua croce ( non la mia pubblica, voluta dalle istituzioni del tempo) e seguimi ... io vi dò la mia gioia .... (che non è certo la 'gioia' di morire in croce bensì di accettare la Propria croce personale costituita dalla mala educazione "ricevuta", base del proprio egoismo) quindi gioisci nel gridare alla luce del sole: - lo spirito d'Iddìo è di tutti ed pure del Gentili e non s'ira perché ama senza tornaconti ( neanche paradisiaci soprannaturali) e non si accanisce contro chi non ama quindi perdona sempre ma solo se questi riconosce la propria debolezza amatoria ( non erotica) e mai tenti di farla passare per Verità-.

    Tante persone pretendono di sentirsi felici stando al passo coi tempi quindi si abituano a vivere per ore e ore con emozioni di competitività e con l'ansia d'ottimizzare tutto, che sembrano fondamentali per avere successo. Invece come tutti i sentimenti sentirci felici dipende dall'insieme delle emozioni provate nella vita, dalle nostre abitudini importanti e in particolare da una scelta di vita sociale non in cerca di complicità utili al proprio successo ma semplicemente sincera. Chiedete a chi ebbe successo nella vita cosa gli resta nel cuore oltre ai ricordi ed i soldi che finiscono. Per farsi strada nella vita non c'è tempo da perdere dietro al cuore così rinunciamo alle occasioni di vivere per ore e ore con emozioni amorevoli verso se stessi come verso il prossimo e l'ambiente vitale e di coglierne la risonanza, cioè di sentirci già ora felici come scelta di vita.

  • Vuoi vivere con piacere?

    15 minuti al giorno con la geniale
    guida per vivere con piacere
    fin da subito e come vuoi tu.
    15 minuti al giorno con la geniale guida per vivere con piacere fin da subito come vuoi tu

  • PRIMO ESEMPIO

    15 minuti al giorno con la geniale
    guida per vivere con piacere
    www.vivereconpiacere.blogspot.com
    fin da subito e come vuoi tu.


    Estratto dal testo del corso:
    .....

    La PRIMA è l'esperienza d'ingresso e riguarda il (tuo) modo di pensare.
    E' utile per ottenere i requisiti per poter andare avanti con le altre ma non pensare che le prossime siano così. Questa è per sensibilizzare la tua conoscenza sul funzionamento della (tua) mente.

    Mettiti comodo e indisturbato per cinque minuti.
    Guardati intorno e accorgiti dove il tuo colore preferito è presente in ciò che ti circonda ma SENZA DISTRARTI con nessun'altro pensiero.
    - Metti una sveglia fra due minuti e provaci SENZA FERMARTI finché non suona.

    Se accetti di fare una esperienza interiore NON BASTA PENSARE DI FARLA; allora appoggia il libro, rimetti la sveglia e cerca quel colore in giro per due minuti senza distrarti!

    ...........
    ...........
    ...........

    --Complimenti: Hai vinto (perché ti sei accorto della (tua) mente e gli effetti li riconoscerai più avanti, durante il corso)
    E' umano sorprenderci di tanto in tanto a pensare a qualcos'altro nonostante l'impegno di non farlo.
    Ti sei fatto violenza per ritornare ogni volta al compito e questo fa onore al tuo impegno.
    Hai vinto perché hai comunque fatto l'esperienza ed ora conosci un pò meglio il tuo modo di pensare anche se probabilmente non ne sei ancora del tutto consapevole.
    - Se vuoi ripetere il tentativo, per ottenere un migliore risultato quantitativo, allora ti suggerisco di :
    scegliere "col cuore" il colore preferito da cercare senza interruzione. Se tu "amassi" quel colore (uso una parola grossa, ma che rende) e cioè se "ritrovare quel colore in qualche oggetto intorno a te" diventasse un gradevole riconoscimento e non una sfida a ritrovarlo nel maggior numero possibile di oggetti, allora, sentendo di "amarlo", non te ne distrarresti facilmente. Insomma cercalo e gòditelo, per riuscire!
    E' riconoscere il (tuo) processo mentale a rendere utile questa esperienza.
    Daltronde io non ti ho chiesto di cercare quanti più oggetti puoi, che hanno quel colore!

    Non è facile come sembrava questo semplice compito perché siamo abituati a pensare senza rendercene conto. E' come quando uno studente legge qualcosa per forza e poi s'accorge di non averci capito niente e solo perché mentre leggeva, stava pensando a qualcos'altro, pur senza volerlo.
    Questa prova serve a prendere coscienza del fatto che normalmente pensiamo senza giudicare se sia o no conveniente fare il pensiero che stiamo facendo. Lo pensiamo senza accorgerci di pensarlo. Sembra un gioco di parole ma non è solo questo. Per esempio adesso stai pensando: - A che cosa?.
    Non fermarti a verificare ora il meccanismo che ti sto spiegando, perché ti complica le idee.
    Basta l'esperienza che hai appena fatto e soprattutto la tua intenzione a farlo in seguito poi un bel momento all'improvviso comincerai ad accorgerti di cosa stai pensando, senza sforzo.
    Falla diventare un'abitudine che non interrompe il flusso dei tuoi pensieri.
    Infine giudica i tuoi pensieri col tuo cuore.(In questo corso t'insegnerò come farlo)
    C'è un utile stratagemma per accorgersi di cosa stiamo pensando nel momento presente (qui e ora), e poi decidere se continuare a pensarlo oppure accogliere un altro pensiero, più conveniente.
    Proiettiamo le IMMAGINI del nostro pensiero in corso, proprio su uno SCHERMO immaginario posto davanti ai nostri occhi chiusi (in questo modo trattiamo quel pensiero come fosse una cosa ) e quel pensiero diventa qualcosa che non è più tutt'uno con noi stessi e così possiamo accorgerci che lo stiamo pensando e quindi potremo decidere cosa farne.

    ......

    >Lo schermo s'illumina di quel pensiero, che diventa facile da riconoscere.....

    --Schermo o non schermo, (inizialmente è meglio farlo solo nel tempo libero) allénati a “far caso” ai tuoi PENSIERI , spesso e finché diventi CONSAPEVOLE dei pensieri "mentre li stai facendo" SENZA DOVERTI SFORZARE PER FARLO.
    Quando sei abituato ad accorgerti “automaticamente” dei pensieri che stai facendo, SENZA FERMARLI PER CONTROLLARE, allora proseguirai con la prossima esperienza.
    Prova qualche giorno e poi andiamo avanti.

    ::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::- ::::::::::::::::::::
    ::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::- :::::::::::::::::::::::
    ::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::- :::::::::::::::::::::::

    -- Bentornato!

    >Ho provato a farlo qualche volta per tre giorni e mi sono accorto che basta l'intenzione di farlo e allora faccio caso ai pensieri che mi vengono. Non mi succede sempre ma specialmente quando sto da solo e sto facendo delle cose senza fretta o quando semplicemente mi sto rilassando senza far niente.
    Sembra di prendere l'abitudine ad essere consapevole dei miei pensieri che vanno e vengono.

    --Bene, allora sei pronto per la SECONDA esperienza, quella...

    Per INFO vai su www.vivereconpiacere.blogspot.com

  • PRESENTAZIONE di: 7passixgodere di+

    A chi pensa e non pensa ,
    che la sua vita è in progress

    - Nel momento che ti stai sentendo bene, con qualsiasi mezzo per sentirti bene, tu stai buttando vìa la tua vita -. L'hai mai sentito?
    Se hai sentito questo, e magari pure la colpa, cioè la colpa di buttarti via, allora senti questo:
    - Non fare lo schiavo! -
    Nell'istante stesso che ti senti veramente bene, tu stai realizzando te stesso. Punto.
    Che non è la soddisfazione di aver raggiunto qualcosa. E' il piacere di :
    1- sentirsi in piena vita
    2- perché così vale la pena di esistere.
    Cosa te lo impedisce?
    1- La nostra mentalità che è cresciuta insieme alle leggi del mercato economico.
    2- I nostri obbiettivi di vita che "dobbiamo" raggiungere.: l'amore perfetto e i soldi.
    Vero?
    Per questo accettiamo di essere schiavi? Mai!!!
    Allora quantomeno il sabato sera trasgrediamo allegramente.
    Sesso droga e disc n' roll. Ci trasformiamo.
    Poi lunedì si tornerà al "travaglio usato" scuola o lavoro: le sòlite robe da fà.
    Certo che se uno avesse già i soldi allora: solo sabato x tutta la vita!
    Magàri !!!
    Qualcuno giustamente osserva: ma...ho conosciuto "qualcuno così" che però poi è andato a finir male ed è diventato l'ombra di se stesso.
    Dove ha sbagliato quel "qualcuno così" ?
    Aveva ottenuto i soldi per pagarsi tutta la sua felicità e allora?
    Sapete dove quel poveraccio ha sbagliato?
    Adesso ve lo dico a larghe linee.
    1- Ha cercato di goderseli mantenendo la mentalità da schiavo
    2- Non è riuscito a godersi la libertà di non essere schiavo di nulla.
    A bè, se succedeva a me (di avere un gran bel sacco di soldi) saprei ben io come non farmi fregare. Cazzo!
    Analizziamo questo "cazzo!"
    E' una emozione di potenza per difenderci.
    1- Difenderci da chi vuole fregarci i soldi
    2- Ma anche difenderci per non diventare l'ombra di noi stessi.
    Non è vero?
    Macchina nuova. Figa nuova per lui o uomo oggetto per lei. Belle case ovunque nel mondo. Biglietto aereo sempre aperto.
    Feste orge droga......a turno partners di fiducia che mi servono come schiavi consenzienti....e chi più ne ha più ne metta!
    Yeah
    Lo sai che ci si abitua a tutto questo? E quando ci si abitua non sentiamo più il piacere esplosivo iniziale?
    Chiedetelo a chi c'è passato.
    Allora bisogna usare il contagocce e ci accontentiamo di dimostrare agli altri che noi sì, sappiamo star bene un bel pò.
    Però in fondo al cuore non siamo più soddisfatti, com'era all'inizio di tanta gloria.
    A ri-cazzo!
    Se quello che mi ero messo intorno, cose e persone, non mi danno più la forza del piacere iniziale allora dove vado a sbattere la testa?
    Droga. Punto.
    L'ombra di se stessi.
    Quel "cazzo" e "a ri-cazzo" li perdiamo lentamente nei riti del proprio spegnimento oppure nell'ennesima esplosione distruttiva.
    L'ennesima truffa che accettiamo come schiavi.
    Basta! Io non sono schiavo di nulla e solo della mia morte (sigh!)
    Per intanto allora decido di vivere. Vivere! Vivere una vita che non mi tradisca mai: una vita attiva, un progetto che riunisca tutto me stesso,
    Che non è: "cazzo!"
    Piuttosto è "accettare". E' accogliere amorevolmente qualcosa che non ti freghi mai.
    Allora voglio quell'argomento in cui riunirmi con tutto me stesso per godermi la vita e poi con qualcuno accanto
    che la pensi così.
    Persone vive che non dipendono dagli altri per sentirsi vive. Persone libere che non sono schiave di nulla.
    Questo spirito di vita si chiama "spirito" ( da non confondere con quello dei fantasmi delle streghe e dei padroni).
    E' il "Mio Spirito".
    Abbiamo scoperto l'acqua calda. Abbiamo scoperto il centro di noi stessi.
    Il centro di noi stessi non è schiavo di nulla e potremmo sentirlo nel beato dormiveglia mattutino senza fretta ( scuola e lavoro permettendo) , quando abbiamo il cuore aperto senza timore che arrivino pugnalate.
    Proposta di cura di sé:
    7passixgodere di+ è un libro di pronta lettura nel tuo PC (150pagg) per fare sette esperienze interiori progressive (impegno di un quarto d'ora al giorno) guidate dall'autore e utili x indirizzarvi al centro di voi stessi, scoprire il piacere naturale spontaneo e da lì imparare a godere di+ il sesso, l'amore di coppia e l'Amore che trascende.
    Richiedi "7passixgodere di+" e lo ricevi in formato eBook nella tua posta elettronica in formato .pdf da leggere con Adobe reader (un programma gratis da scaricare semplicemente digitando "Adobe"nella ricerca internet o subito qui www.pc-facile.com/download/pdf_writer_viewe...
    Prezzo 20euro con paypal carta prepagata postpay vaglia o come vuoi tu
    Info gratis all'eMail personale dell'autore (che non è un risponditore umano e non automatico!)
    fabiomariaagostinelli@hotmail.it

  • 7 semplici esercizi da fare in relax

    7 semplici esercizi da fare in relax per aumentare il tuo vivereconpiacere.
    Se t'interessa digita "vivereconpiacere" Blog in Google o clicca qui

  • QUALITA' della Vita

    E' IMPORTANTE la qualità della vita?
    Il piacere della vita è fatto di sensazioni fisiche ed emozioni.
    Vuoi una ricetta per arrivare a "scegliere" le tue emozioni?
    Leggi qualche articolo poi se ti va contatta l'autore del libro: 7passixgodere di+ che contiene il training guidato dall'autore per godere meglio il Piacere carnale, l'amore Erotico e Trascendente.
    Vai a "vivereconpiacere" Blog in Google e X altre INFO

  • VivereConPiacere in 7passixGodere di+

    Vai a "vivereconpiacere" Blog in Google X altre INFO
    poi se vuoi potrai ordinare l'eBook pronto nel tuo PC (20 euro) direttamente dall'autore fabiomariaagostinelli@hotmail.it

  • L'AMORE Trascendente per vivereconpiacere

    Vivendo la nostra cultura satura di sesso strumentalizzato, amiamo affogare nelle passioni della carne e dei sentimenti, le più antiche e potenti, che spingono energia nel corpo, rubandola alle altezze dello spirito. Tanto per placare i naturali e culturalmente stimolati urgenti istinti carnali maschili (procreativi) o quelli sentimentali possessivi femminili (per la difesa della prole) abbiamo finalmente il nostro orgasmo o un altro sfogo di nervi con cui scarichiamo la tensione accumulata. Se non siamo SCHIAVI di desideri insaziabili poi siamo calmi e buoni abbastanza per darci una RIPULITA DENTRO E SENTIRCI PERDONATI di essere solo materiali.
    Cos' riconosciamo lo spirito nostro del cielo, che aleggia nel mondo quotidiano solo se ci facciamo caso e torniamo innocenti come i bambini intorno a Gesù. Cito Gesù perché è un rivoluzionario del profondo che è stato storicamente strumentalizzato dai signori del potere, ai quali ha sempre rinfacciato la loro doppiezza ed eroicamente fino a dare in pegno di lealtà la sua vita per dimostrare che il puro Amore è possibile anche agli uomini, come pure lo hanno dimostrato Ghandi offrendosi agli “avversari politici” ed altri ancora, ognuno con la propria vita.
    Gli eroi sono loro e noi non sprechiamoli!
    Nel QUIeORA (né passato né futuro) in pace (stato fisico di nessun bisogno) ed in serenità (nessuna preoccupazione) possiamo godere quella "sottile euforia" che è felicità (secondo Lao Tze del TAO da 4500 anni a.C. dall'Oriente) o "la mia allegrezza"(a cui invita Gesù, nel Vangelo di Giovanni da 2000 anni dall'Occidente) detta pure "stato di Grazia" e godimento “per Pienezza”.
    Proprio perché non abbiamo in testa i pensieri del mondo e siamo nel "qui ed ora" a respirare senza alcun disturbo immediato..., allora possiamo aprire il nostro cuore che va oltre i ragionamenti della mente e possiamo scoprire il bene nel mondo e sentire la Verità (il Bene di Socrate o l'Anamnesi di Ratzinger) che corrisponde all'idea di Bene assoluto.
    Ciò corrisponde all'emozione di piangere di serena commozione per il contatto che sentiamo con l'Amore senza fine, che perdona e trascende ogni cosa e perfino la morte.
    Si afferma per fede, secondo le religioni “del libro” che Dio è persona e noi Gli assomigliamo in quello che abbiamo più delle bestie, che è la facoltà di SCEGLIERE di VOLER AMARE, la quale sopravviverà al nostro corpo.
    Per quanto ne so io sia l'autocoscienza che la “libera” volontà sono frutti del prodigioso funzionamento del nostro evoluto cervello di carne, tuttavia i cristiani richiamano all'Umiltà dell'intelligenza per insistere che Dio E' Persona trascendente e che di carne ha mandato suo Figlio, per dimostrarci che l'Amore infinito è già sulla terra ed è possibile all'umanità.
    Il nostro insopprimibile bisogno di comunicare lo sentiamo anche verso il Bene assoluto che non è fatto di materia . L'unica possibilità che abbiamo di dialogare con l'immateriale Bene assoluto è quella di usare il livello meno materiale di noi stessi che è quello d'essere PERSONA capace di SCEGLIERE di VOLERE e quindi produrre l'INTENZIONE di muoversi in PREGHIERA (non chiacchere) verso il BENE ASSOLUTO, con la fiducia d'essere corrisposti proprio perché il Bene assoluto è Amore e L'AMORE È UNIONE.
    Tenere presente il Bene assoluto, mentre viviamo la nostra esistenza, è PREGHIERA in risposta all'invito che offre Gesù e Ghandi ed altri ancora con il loro eroico esempio di “amare” perfino la morte (per insegnare a trascendere le guerre fratricide, civili o di “liberazione”nei loro paesi).
    Essi confermano che senza frode ed interessi egoistici l'uomo può godere L'AMORE TRASCENDENTE quale GARANTE DELL'EVOLUZIONE TECNOLOGICA MIGLIORE per la SOPRAVVIVENZA OTTIMALE DELL'UMANITÀ.
    L'Amore fa risorgere alla Grazia che è l'eternità in terra (il QUIeORA senza passato né futuro)) che s'allarga oltre la paura della morte e che si nutre dell'Amore del PERDONO CERTO che si DA' e che si RICEVE e “solo” PER AMORE di fronte al PENTIMENTO d'aver sprecato il Bene possibile dentro di noi, tra noi persone e di fronte al Bene assoluto.
    Vai a "vivereconpiacere" Blog in Google X altre INFO

    ...................................

  • PIACEREsessuale per vivereconpiacere

    IL PIACERE SESSUALE nel corpo
    Nel corpo umano le SENSAZIONI FISICHE del piacere sessuale viaggiano lungo le stesse vie nervose sia nell’uomo che nella donna, ma all'inverso.
    -- La pudenda è più innervata e corrisponde alla prima fase dell'orgasmo maschile (di carica). Dà ai genitali la sensazione di SOLLEVAMENTO e nella donna interessa quelli esterni: il clitoride, il muscolo dell'amore, le piccole labbra e la pelle intorno all’ano. Nell’uomo il suo genitale interno: la prostata o punto G maschile e il muscolo dell'amore quand'è contratto in tensione.
    -- La pelvica corrisponde alla seconda fase dell'orgasmo maschile (di scarica) e dà una sensazione nei genitali di SPINTA VERSO IL BASSO e nella donna riguarda gli organi interni: la vagina, l'utero e il punto G. Nell'uomo il pene e il muscolo dell'amore quand'è gonfio e rilassato.
    Poiché i due nervi in parte si sovrappongono nel midollo spinale, l'orgasmo può essere misto (pudendo/pelvico) ed inoltre è possibile apprendere L'ARTE DI "SPINGERE" LA SENSAZIONE GENITALE DI PIACERE O DI "POGGIARLA" attraverso le variazioni di contrazione e rilassamento del muscolo dell'amore. Così il maschio riesce a mantenere a lungo il GODIMENTO, ALTO APPENA SOTTO IL PUNTO DI NON RITORNO, con prudenza e ritmo adatti a non superarlo, perché oltre c'è l’orgasmo e poi il piacere riposa (o torna a prendere la rincorsa per il prossimo).
    Invece l'orgasmo della donna è una porta aperta per averne altri subito. Per questo lui ritarda il suo, per accompagnare quelli di lei e finché vorrà deliziarla, perché “così entra la serenità in casa” (TAO).
    Vai a "vivereconpiacere" Blog in GoogleX altre INFO

  • PIACERE GRATIS per vivereconpiacere

    .PIACERE
    Esiste un piacere gratis che sembra per caso ed è una sottile euforia che rende felici senza un evidente perché, come a tutti è capitato facendo una spensierata passeggiata in primavera o durante un riposino particolarmente ispirato, di fronte ad un bel panorama o altro. Questo libro parte da quella felicità gratis per insegnare come aumentare il proprio godimento fisico, erotico e trascendente. Poi farai le tue scelte.
    Come funziona il godimento interessa poco e se qualcosa o qualcuno danno piacere si mantengono, sennò si buttano e rimpiazzano con altro. Se un godimento richiede un certo impegno interiore di solito si va a cercarne un altro all'esterno piuttosto che dentro di se stessi, tanto il mondo è bello, vario e vasto.
    Il fatto è che per godere di più il piacere fisico, l'amore erotico e quello trascendente, occorre saperli accogliere secondo le loro caratteristiche di funzionamento. Per esempio il piacere sessuale non si accudisce pensandoci mentre trionfa, perché se ci sforziamo di controllarlo nel momento che esplode, allora svanisce come avviene con l'orgasmo.
    Occorre prendere consapevolezza e familiarizzare con certi funzionamenti del corpo e della mente che poi agiranno al momento opportuno per farci godere anziché doverci pensare al momento e guastare la festa.
    Occorre sviluppare l'arte del “controllo del non controllo”.
    L'eccitazione sessuale aumenta piacevolmente la nostra vitalità e poi arriva l'orgasmo a stemperare l'ansia dovuta ai ritmi concitati della vita odierna. L'eccitazione diffusa nasconde il vuoto della propria vitalità INTERIORE che molti tengono in esilio per "dovere di obiettività" verso la realtà dei “fenomeni riproducibili in laboratorio" e per opportunità di “efficienza e produttività”. Questa nostra realtà di vita assomiglia al mercato economico. La pubblicità commerciale crea bisogni “per il benessere del consumatore” e così gli sollecita l'ansia e lo “costringe” all'acquisto in cerca di felicità.
    Il piacevole aumento del benessere materiale riguarda l'aspetto esteriore della persona mentre l'interno resta poco apprezzato eppure è proprio da lì che sgorga la felicità naturale spontanea che è gratis e senza tornaconto.
    Oggi per godere si cerca l'eccitazione “esterna” piuttosto che quella della propria intimità profonda che anzi qualcuno teme come una pazzia privata da nascondere agli altri.
    Nel terrore di scoperchiare la memoria delle sofferenze accumulate nella vita, si soffoca l'interiorità con l'eccitazione “esterna” che impedisce di ascoltare il piacere naturale spontaneo e sentirlo crescere.
    Con la strisciante sensazione di buio interno aumenta il bisogno di eccitazione per sconfiggere l'ansia e la paura d'essere sconfitti dalla depressione.
    Che fare?
    Vai a "vivereconpiacere" nei Blog in Google X altre INFO

    <a href="http://technorati.com/claim/6ypyq8g52x&quot; rel="me">Technorati Profile</a>